Quando le diverse professionalità si incontrano per un benessere globale

Da sempre sono affascinata dal corpo umano e da tutto quello che ruota attorno al benessere tanto da averne fatto una professione.

Le donne che si affidano a me sanno che io non tratto gli inestetismi in maniera localizzata proprio perché il risultato sarebbe minimo.
Con l’osteopata Irene Gelmetti ci siamo messe a disposizione in una videoconferenza per rispondere ai vari dubbi legati al collegamento che c’è tra stress, intestino, tensioni alla schiena e cellulite.

Mente e corpo sono strettamente collegate infatti una influenza l’altro e viceversa.

Lo STRESS infatti si ripercuote inevitabilmente sul tratto intestinale (non a caso chiamato il secondo cervello) modificando il circuito del dolore centrale con effetti sulla permeabilità intestinale e sulla capacità di assorbimento dei nutrienti.
In parole semplici il gonfiore addominale che senti in certi periodi di stress è dovuto alla modifica dei naturali movimenti dell’intestino e all’alterazione della flora intestinale.

Tutta questa tensione ha una doppia conseguenza:
➡ data la vicinanza anatomica un intestino infiammato crea tensione alla zona lombare (rigidità o addirittura fitte)
Mentre la tensione allo stomaco si riflette nella zona cervicale.

➡ un intestino teso crea un “blocco” al centro del corpo creando una congestione a livello linfatico e venoso con un aumento importante di ritenzione idrica e cellulite.

✅COSA FARE QUINDI?✅
Irene suggerisce di dedicarsi del tempo per semplici esercizi di allungamento.

Vediamoli assieme:
1. allungamento della zona lombare portando i piedi al petto

2. allungamento del muscolo PSOAS (a stretto contatto con il nostro intestino) con la posizione di affondo statico

3. allungamento della zona posteriore delle gambe da sdraiati appoggiandoci contro il muro a 90 gradi.

Tutti questi esercizi possono essere eseguiti tutti i giorni senza alcuna controindicazione!

A questi consiglio la respirazione diaframmatica (allenta le tensioni al centro del corpo e permette una migliore ossigenazione)
Un’altra tecnica molto efficace è ad esempio la spazzolatura a secco del corpo che elimina le tossine depositate nei tessuti e il massaggio della volta plantare con una pallina da tennis.

Le mie ospiti che hanno messo in pratica questi semplici consigli hanno riscontrato fin da subito una riduzione del gonfiore sia nella zona addominale che negli arti inferiori.

Da donna a donna
Francesca e Irene